Vuoi conoscere le differenze che ci sono tra un Porco e un Maiale?

Quali sono le differnze fa un Porco e un Maiale

e cosa comportano a livello di qualità della loro carne

Come potrete notare visionando il nostro sito noi 

preferiamo il Porco al Maiale. Può sembrare un gioco di parole ma è molto di più. Sono in effetti due filosofie di vita a confronto con profonde differenze una dall’altra.

                                                     Il Porco

1) Il porco vive libero in aperta campagna, rispetta l’ambiente, respira aria pura, non consuma energia elettrica, non inquina ma concima i terreni.

2)Prende il sole quando vuole, fa i bagni di fango per pulirsi anche da qualche parassita, non ha bisogno di medicinali quindi la sua carne non contiene residui dannosi.

3)Fa l’amore quando la compagna desidera accoppiarsi, se è femmina dà l’amore ai suoi piccoli perché vive con loro e li allatta oltre i 60 giorni. Il porco ha la coda, tutti i denti e il ferro lo prendo alimentandosi naturalmente.

4)Vivendo in questo modo ci dà la possibilità di avere una carne non inquinata, con meno grasso, con colesterolo buono, con poca acqua e quindi adatta alla trasformazione in Salumi “senza conservanti”, “senza farina di latte” , ecc.ecc.

                                                             Il Maiale

Il maiale invece per colpa dell’uomo e della società che accetta prodotti di qualità scadente ( pensando di risparmiare) è costretto a vivere in prigione da quando nasce, anzi nasce già in prigione perché le scrofe (mamme) sono state condannate all’ergastolo senza sconti di pena, per questo motivo non rispetta l’ambiente ma lo inquina, respira ammoniaca o al massimo aria condizionata. Non vede mai la luce del sole, non può farsi i bagni ed è costretto a mangiare a volontà solo mangimi e farine varie (di pesce e prima della mucca pazza anche di carne).

Consuma molti medicinali compresi antibiotici e cortisonici per farli crescere e ingrassare rapidamente. Non ha la coda (gli viene tagliata), non ha denti canini (gli vengono estratti senza anestesia), il ferro gli viene somministrato e inoltre consuma molta energia elettrica.

In conclusione tutto questo ed altri fattori portano ad un solo risultato, i maiali sono carcerati per ottenere più carne ma di scarso valore, con più acqua, più residui di ogni genere, inquinata e quindi non adatta alla trasformazione in salumi “senza conservanti”.
Per ottenere dei salumi con questa carne è indispensabile usare i nitriti e nitrati nonché coloranti, antiossidanti e latte in polvere, questo per rendere possibile la stagionatura e contemporaneamente avere una ritenzione di acqua con un calo minore di peso e rendere il prodotto di un colore rosso vivace per attirare l’attenzione del consumatore all’acquisto.
Si ha come risultato animali maltrattati in nome del dio danaro senza pensare ai danni che quei prodotti cosi ottenuti recano : danni alla salute e all’ambiente in cui viviamo, truffando il consumatore offrendo loro alimenti con più acqua e di scarso valore nutrizionale a scapito della salute.

Basta leggere l’etichetta per rendersi conto che non esistono salumi senza conservanti in commercio (In dubbio anche quelli biologici).
Tutto ciò perché il 99% dei suini allevati sono maiali carcerati. Per contribuire a liberare i maiali dalle carceri e farli diventare liberi porci ti consiglio di non consumare salumi con i conservanti (che fanno male alla salute).

Divulga il più possibile questo messaggio in questo modo darai il tuo sostegno alla battaglia contro i nitriti e nitrati (informati sulla loro pericolosità).

Se Vuoi saperne di più visita il sito così volendo potrai gustare anche qualche salume senza conservanti.

http://www.salumionline.ecwid.com

Buona Salute Nandino

Lascia un commento